Corso Formazione in Aula IDD 16.11.2018

In conseguenza delle richieste pervenute dagli Associati abbiamo organizzato un ulteriore evento di formazione, valido 6 crediti formativi da un'ora (per coloro che supereranno con esito favorevole il test finale), circa le novità introdotte dalla nuova Direttiva sulla Distribuzione Assicurativa.

Il corso sarà anche una ottima occasione di incontro e scambio di opinioni durante il pranzo offerto ad ogni partecipante nella elegante cornice dello Sporting Club Monza.

Data: 16.11.2018 ore 10:30 (termine ore 16:30). Luogo: Monza Viale Brianza, 39 presso Sporting Club Monza.

Indispensabile la registrazione in quanto i posti sono molto limitati e verranno assegnati in ordine cronologico di ricezione delle richieste.

Link: per la registrazione obbligatoria. (https://www.28corso.it/iscrizione/ )

Per gli Associati è previsto uno sconto sulla quota di partecipazione e come detto il pranzo sarà offerto all'interno dello Sporting Club dove è anche disponibile un parcheggio.

 

IDD domande e risposte

Abbiamo riassunto le principali novità che ci riguardano nella allegata tabella dove sono anche contenuti esempi per la redazione dei nuovi modelli.

Abbiamo attivato i nostri canali di comunicazione con le Autorità preposte e quindi abbiamo in animo di predisporre, con l’aiuto degli Associati delle Associazioni di Colleghi e degli intermediari tutti, una serie di domande da proporre all’Autorità per chiarimenti consentendo quindi la risposta pubblica alle nostre domande a beneficio di tutti.

A questo fine si prega inviare il testo della domanda e delle domande da inviare ad IVASS alla casella di posta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Il risultato delle varie domande sarà sintetizzato in un documento pubblico che invieremo alle Autorità.

Per una migliore comprensione delle domande suggeriamo la lettura anche del file di esito della pubblica consultazione che tratta in modo completo tutti gli aspetti.

Invitiamo tutti a partecipare alla raccolta di informazioni in modo da fornire il necessario supporto alle Autorità per fornire i chiarimenti in questa fase cruciale della nostra attività.

La nostra Associazione si batterà comunque per la tutela e la protezione degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi che costituiscono a nostro avviso il solo canale distributivo che tutela maggiormente il cliente/consumatore e che allo stesso tempo pone in modo capillare la vigilanza al rispetto delle regole stabilite dalle Autorità rappresentando un solido filtro e protezione per tutti gli operatori del settore a garanzia di uno sviluppo sano e legale del settore.

Assemblea Annuale 2018

Presso la sede Sociale di Milano si è tenuta l'assemblea annuale dell'Associazione il giorno 2.7.2018.

L'Avv. Davide Pozzi è stato rieletto presidente per il prossimo triennio ed è stato eletto anche il nuovo consiglio direttivo che lavorerà per l'associazione nel prossimo triennio affrontando le sfide che si pongono davanti agli Intermediari Assicurativi.

Al confermato Presidente ed ai neoeletti e conferme nel consiglio direttivo vanno i ringraziamenti e le congratulazioni insieme ad un grosso in bocca al lupo.

Novità IDD

Prosegue senza sosta l'opera di riforma del nostro settore attuata dallo Stato e dall'Autorità di Vigilanza.

L'Associazione si prepara, se il dialogo con le istituzioni dovesse fallire, a dare battaglia su alcuni temi delle recenti modifiche ma nel frattempo ci si deve comunque adeguare alle nuove disposizioni Europee così come interpretate dalle nostre Autorità.

Per approfondire questi temi abbiamo organizzato della formazione in Aula (che sebbene l'Autorità di Vigilanza non la pensi come noi, rappresenta una forma ben superiore alla formazione online).

La prima giornata è fissata per il giorno 28.9.2018 in provincia di Alessandria (link per l'iscrizione http://www.28corso.it/solonghello/ )

Nel frattempo, oltre ad ogranizzare altre giornate in base alle indicazioni dei Soci, ci mobiliteremo per cercare di ottenere le riforme necessarie a nostro avviso e per difendere l'attività degli Agenti di Assicurazione, dei Broker di Assicurazione e dei collaboratori.

Il percorso si annuncia difficile ma noi siamo determinati a non accettare la attuale situazione e tanto meno la chiusura delle attività dei nostri Colleghi a causa di interpretazioni loccali delle norme Europee che non sono condivisibili in alcun modo.

 

Lettera ad IVASS per Obbligo Comunicazione Adempimenti annuali

Pubblichiamo la nostra comunicazione ad IVASS in relazione all'obbligo di comunicazione dell'operatività (rinnovo polizza e formazione) che come è noto dal 5.5.2018 darà luogo ai numerosi inadempienti all'applicazione della sanzione indiretta di modifca status in inoperativi con tutte le relative conseguenze.

Gentili Signori, ringraziamo per la Vostra comunicazione e Vi confermiamo che abbiamo sensibilizzato iscritti e simpatizzanti circa l’adempimento richiesto e confermiamo che i nostri iscritti risulterebbero tutti in regola con il nuovo adempimento. Dobbiamo tuttavia per obbligo statutario, sia pure nel clima di massima collaborazione con la Vostra Autorità alla quale riconosciamo senza la minima riserva la buona volontà e disponibilità alla gestione delle problematiche di cui siete investiti che non sono certamente semplici, evidenziare come nell’ambito di una etica umana che imponga a tutti il rispetto delle regole non si possa condividere che gli Intermediari siano spesso oggetto di sanzioni anche di fronte ad errori involontari che nulla hanno a che fare l’intento doloso di violare le norme e le Leggi. Infatti mentre noi siamo certamente coesi nel condannare chi agisce con dolo fra i nostri Colleghi che non ha scuse e non merita alcun rispetto, non ci sentiamo di condividere le molte sanzioni cui Voi siete tenuti alla irrogazione nei confronti di intermediari solo colpevoli di scarsa evoluzione culturale o tecnologica. Non sfugge a chi scrive che alle Imprese di Assicurazioni sia concesso il termine di 45 giorni per rispondere ad un reclamo, mentre se un intermediario comunica con 11 giorni di ritardo una variazione del proprio organico viene sanzionato partendo dalla sua stessa comunicazione. Ovviamente Voi applicate correttamente e diligentemente le norma di Legge quindi nessuna critica può a Voi essere mossa, tuttavia quanto risulti etico sanzionare qualcuno basandosi sulla sua stessa comunicazione inviata spontaneamente dovrebbe essere oggetto di riflessione da parte Vostra nei confronti del Parlamento. Del pari la richiesta di auto certificare addirittura solo con firma digitale l’esistenza della polizza e dell’avvenuta formazione risulta di difficile comprensione se abbinata da una grave sanzione indiretta in caso di inadempimento anche involontario. Neppure le Imprese di Assicurazioni sono obbligate ad usa re la firma digitale e non esiste Categoria che sia obbligata a farlo. Essere poveri o poco evoluti è un fatto negativo (ma non un reato) che noi cerchiamo di combattere ma ad ogni intermediario corrisponde una clientela coerente. Se nessuno censura le Imprese che pagano provvigioni troppo basse per consentire all’intermediario una vita ed una evoluzione decente, non possiamo sanzionare l’intermediario che non ha risorse e tempo per evolversi culturalmente e tecnicamente. Ecco perché la verifica della polizza e della formazione potrebbe essere facilmente a Voi confermata dalla Impresa di Assicurazioni come molto bene avviene già per le RCAuto. In alternativa occorrerà considerare di consentire anche l’invio cartaceo agli inadempienti. Confidiamo possiate cogliere il nostro spirito costruttivo e di massima disponibilità e rispetto del Vostro lavoro ma contemporaneamente il grido dolore della nostra Categoria (che comprende tutti gli intermediari assicurativi siano essi lettera A che B che E) ci auguriamo susciti in Voi l’esigenza di un confronto sereno su questo argomento insieme alle altre Associazioni di Categoria di Agenti e Broker.

Cordiali saluti.

Assointermediari